PERCHÉ NASCE QUESTO BLOG?

La medicina è uno strumento che, fin dall’alba dei tempi, è servita per migliorare la qualità e la durata della vita degli esseri umani secondo modalità via via più efficaci. Il salto più grande, dal nostro punto di vista occidentale, è stata la rivoluzione scientifica iniziata nel XVII secolo per proseguire poi nel ‘700, ‘800 e infine ‘900.

Ora noi siamo capaci di intervenire a più livelli e abbiamo farmaci per quasi qualsiasi cosa, eppure la nostra civiltà super-evoluta e sofisticata ha sviluppato, al contempo di questi indubbi e incontestabili successi, un’altra serie di patologie che a prima vista appaiono meno gravi ma, sul medio-lungo periodo, abbassano il livello di benessere della nostra esistenza.

Stress, depressione, disturbi attentivi e del sonno sono solo alcuni di questi problemi che vengono affrontati con terapie lunghe o pillole di ogni sorta.

Io, da studioso della Dentosofia, una scuola di pensiero olistico-odontoiatrica nata in Francia a metà del secolo scorso, credo che non possiamo limitarci ad analizzare i problemi della bocca – e dell’intero organismo – solo in maniera tecnico-meccanica ma bisogna cercare di vedere globalmente la situazione di chi si rivolge a noi per elaborare la migliore risposta curativa nei suoi confronti.

Il mio è un approccio come dentista fonde quindi il meglio della tecnologia clinica tradizione con una visione olistica della persona, cosa che permette a me e al mio staff di risolvere problematiche che, talvolta, non sono state superate dopo anni di trattamenti con specialisti di vario tipo – con cui, oltretutto, spesso mi confronto e collaboro.

Ad ultimo, credo molto che la conoscenza e consapevolezza del paziente rispetto al suo percorso terapeutico agevoli e velocizzi la guarigione. Una persona che sa quello che sta avvenendo nel suo corpo in generale e nella sua bocca in particolare collabora al processo di cura in maniera diretta, supportando il lavoro mio e del mio team.

L’idea alla base di questo blog è quindi il diventare un centro di scambio in cui affronteremo assieme via via delle tematiche utili nel contesto della salute orale, in modo da rendere i pazienti parte attiva del trattamento.

L’odontoiatria non deve essere una scienza ermetica, conosciuta solo da chi, come me, l’ha studiata e approfondita per tanti anni, ma i suoi principi di base vanno spiegati in maniera facile e comprensibile a tutti, soprattutto in ottica di prevenzione, che è un argomento che a noi sta molto a cuore e che sarà trattato nel prossimo articolo da mia figlia Francesca.

Detto questo, non ho che da darti il mio migliore benvenuto in questa rubrica e nel nostro nuovo sito che la ospita. A presto!

Dott. Luigi Gelmi